Posted in , on , by , 0 Comments

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

From Nature to the Real World – Il Multiplo nel quotidiano

1 Dicembre 2018 @ 18:30 - 20:00

Inaugurazione mostra di Daniel Tummolillo.

From Nature to the Real World – Il Multiplo nel quotidiano

Daniel Tummolillo, classe 1976, è Docente del Corso di Serigrafia presso l’Accademia di Belle Arti di Brera da Marzo 2010.

Da Giugno 2016 collabora ed espone presso la Galleria Espinasse31 di Milano e lo scorso Maggio ha partecipato ad una Residenza Artistica presso il Maker’s Lab di Hurleyville NYC.

Da Gennaio 2018 è presidente e co-fondatore insieme a Giada Gagliardi, sua attuale compagna, di un’Associazione Culturale No-Profit (27 Screenprint Factory and Gallery), con sede a Popoli, in Abruzzo il cui intento è quello di promuovere la Serigrafia come stampa artigianale e artistica, attraverso collaborazioni con altre realtà presenti nella Regione e sul territorio nazionale, attraverso mostre, workshop e collaborazioni di tipo artistico e culturale.

Le tecniche di stampa si basano sulla riproducibilità del soggetto rappresentato e dell’uso che  di questi ne viene fatto.

In passato queste immagini venivano usate a corredo di un testo per meglio farlo comprendere ma in periodi più recenti, con l’aumento massiccio della produzione di massa, si è avuta l’esigenza di stampare di più e anche più velocemente per soddisfare il crescente numero di “pezzi prodotti”; imballaggi, manifesti pubblicitari.

La Serigrafia ha risolto pienamente queste problematiche, adattandosi meglio di altre tecniche di stampa a queste richieste. Da questa prima considerazione di partenza, ho iniziato a fare una serie di elucubrazioni, accorgendomi che la Serigrafia o meglio le stampe serigrafiche, sono talmente presenti nel nostro quotidiano e “sotto i nostri occhi” che non ce ne accorgiamo.

Esempi lampanti di questi multipli quotidiani sono i cartelli stradali, la segnaletica d’emergenza, le illustrazioni sulle maglie che indossiamo, i pattern su stoffe, decorazioni su ceramiche che abitualmente usiamo nelle nostre case e potrei fare molti altri esempi ancora.

Questa prima considerazione mi ha fatto riflettere ponendomi la domanda:

“Esistono altri multipli che non siano delle stampe?”.

Osservandomi in giro, nel mio quotidiano; mi sono accorto che si, esistono e che anche questi “oggetti” sono talmente presenti da non farci più caso: i tralicci dell’alta tensione che vediamo lungo le nostre autostrade e che si ripetono identici a distanze regolari; le gru dei cantieri nelle città, i ripetitori di segnale; i silos nei porti; i ponti e molte altre “costruzioni artifificiali”.

Notarli mi ha spinto a fotografarli e da qui a stamparli in serigrafia, in una sorta di prima esasperazione del concetto del multiplo.

Il singolo “oggetto/soggetto” di una serie di innumerevoli copie artificiali; fotografate e riprodotte a mano, in modo artigianale, in un’edizione limitata.

Il passo successivo è stato quindi pormi un’altra domanda:

“Esistono altri multipli che non siano delle stampe e che non siano oggetti artificiali prodotti dalla mano dell’uomo?”

Di nuovo l’osservazione mi ha fatto notare che la Natura ne è piena, la singola foglia insieme a centinaia di sui multipli è un albero; che un campo di papaveri altro non è che la ripetizione del singolo fiore; che gli insetti che vediamo nella loro singolarità e unicità altro non sono che modelli che vengono ripetuti dalla Natura stessa e che i centrini, i pizzi e i merletti, presenti nelle case di ognuno di noi si basano su di un modello che viene ripetuto in centinaia di copie da tempo immemore.

Questi sono dunque i pensieri che mi hanno spinto a realizzare le opere che verranno esposte durante il mese di Dicembre presso Beertola di Cuneo.

Dettagli

Data:
1 Dicembre 2018
Ora:
18:30 - 20:00
Approfondisci
Show Buttons
Hide Buttons
X